Logo per la stampa

Provincia Autonoma di Trento - Commercio

 
 
 
 
 
 
 Home  Commercio » Attività commerciale
Attività commerciale

Con l’approvazione della legge provinciale 30 luglio 2010, n. 17, si è inteso perseguire l’obiettivo della semplificazione e della razionalizzazione del complesso ed articolato quadro normativo che per diversi anni ha regolato il settore commerciale, composto principalmente dalla legge provinciale 8 maggio 2000, n. 4 (Disciplina dell’attività commerciale in provincia di Trento), dalla legge provinciale 22 dicembre 1983, n. 46 (Disciplina del settore commerciale della provincia autonoma di Trento, rimasta in vigore per il settore carburanti e per la vendita di riviste e giornali), dalla legge provinciale 2 settembre 1978, n. 35 (Disciplina della promozione delle fiere, mostre ed esposizioni nel territorio della provincia), con i relativi provvedimenti attuativi.

Con un’unica legge provinciale viene quindi riformata l’intera disciplina del commercio, in tutte le sue espressioni (su area privata in sede fissa, su area pubblica, mediante forme speciali di vendita, riviste e giornali, distributori di carburante, manifestazioni fieristiche, interventi vari di promozione ed incentivazione), offrendo sia al cittadino sia al funzionario pubblico o all’operatore professionale uno strumento più semplice e coordinato di consultazione o di lavoro.

La l.p. n. 17/2010 inoltre tiene conto del nuovo scenario giuridico e legislativo di riferimento, sia a livello provinciale, sia a livello nazionale e comunitario: la legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3, che ha modificato il titolo V della parte seconda della Costituzione, attribuendo alla Provincia competenza primaria in materia di commercio, la legge provinciale 16 giugno 2006, n. 3 (Norme in materia di governo dell’autonomia del Trentino), la legge provinciale 27 maggio 2008, n. 5 (Approvazione del nuovo piano urbanistico provinciale). Una particolare attenzione è inoltre oggi posta alla materia della tutela della concorrenza e della libera circolazione delle merci e dei servizi, riservata allo Stato come competenza esclusiva di tipo “trasversale”: in questo contesto assumono rilievo la direttiva 12 dicembre 2006, n. 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno (la c.d. direttiva “Bolkestein”) ed il decreto legislativo 26 marzo 2010, n. 59 (“Attuazione della Direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno”).

 
Attività commerciale
 
 
credits | note legali | Intranet | scrivi al gruppo web | Cookie Policy